Editorial L&E, v.7, n.1, 2013.

Autores

  • Rede Conpadre Universidade Estadual de Campinas

DOI:

https://doi.org/10.20396/lobore.v7i1.185

Palavras-chave:

Editorial

Resumo

L’architettura, in quanto bene d’uso, è da considerarsi come un’opera aperta, destinata a venire, nel corso della sua esistenza, modificata, trasformata, integrata per poter continuare ad essere utilizzata e fruita.

Le architetture che sono state oggetto di dismissione, a seguito del venir meno delle motivazioni (funzioni) per le quali esse erano state realizzate, sono, più di altre, destinate a subire tali trasformazioni. Sono, infatti, architetture ormai deboli e fragili, nella maggior parte dei casi considerate prive di valore o quasi, che proprio in virtù di queste considerazioni vengono abbandonate e/o distrutte, decretandone irrimediabilmente la scomparsa.

Downloads

Não há dados estatísticos.

Biografia do Autor

Rede Conpadre, Universidade Estadual de Campinas

Rede Conpadre: Science and Engineering for Connecting the Environmental Patrimony with Debelopment in a Region.

Publicado

2013-02-01

Como Citar

Conpadre, R. (2013). Editorial L&E, v.7, n.1, 2013. Labor E Engenho, 7(1), 1–3. https://doi.org/10.20396/lobore.v7i1.185

Edição

Seção

Editorial